CARBOHUMIC
Domande e risposte

CARBOHUMIC

Che cos'è il carboidrato?

In breve, è carbone marrone in forma liquida.

Perché non versare carbone marrone invece di usarlo in forma liquida?

Mentre il campo fertilizzato con carbone bruno in forma solida ci darà un effetto solo dopo pochi anni, quindi nel caso della forma liquida – Carboumica, gli ingredienti contenuti nel carbonio sono disponibili quasi immediatamente alle piante. Nei primi anni, l’effetto dell’uso del carbone marrone solido nei campi potrebbe essere esattamente l’opposto, poiché il carbone assorbirà tutto ciò che verrà applicato. Solo in un secondo momento – insieme alla decomposizione del carbonio – tutti i suoi componenti verranno rilasciati in modo coerente.

Come viene prodotto il prodotto, in cosa consiste?

Il prodotto è realizzato nel processo di estrazione alcalina e contiene tutto ciò che contiene carbone bruno, ovvero humus (humic, acidi umici, humine), carbone organico, carbone attivo, leonarditi, minerali, ecc. Per maggiori dettagli, visitare sottopagina con Carbohumic.

Che pH ha la preparazione?

Il preparato ha un pH di 8-10, tuttavia, tenendo conto delle proporzioni in cui ci mescoliamo con l’acqua, possiamo supporre che il preparato adotti il pH dell’acqua utilizzata.

Quali benefici otterrò con la preparazione?

L’uso del preparato influenza contemporaneamente una serie di fattori di giardinaggio, economici o ambientali. Per maggiori dettagli, fare riferimento alla scheda Prodotto carboidrato.

A chi è rivolto in particolare il prodotto?

Non abbiamo restrizioni. Offriamo il nostro carboidrato a chiunque si preoccupi delle buone condizioni del loro terreno, indipendentemente dal fatto che si tratti di un agricoltore di più ettari o di un riparto. Inoltre, il prodotto non ha restrizioni quando si tratta di piante specifiche, quindi possiamo applicarlo con successo a tutte le specie di piante.

Perché hai 4 versioni CARBOHUMIC in offerta, in che modo differiscono l'una dall'altra?

Queste versioni si distinguono per il grado di filtrazione e, di conseguenza, per il contenuto di sostanza organica (sostanza secca) nel prodotto. Partiamo dal presupposto che l’assegnazione – che vuole prendersi cura del suo suolo e delle sue colture – avrà esigenze leggermente diverse rispetto a un produttore professionale – ad esempio mirtilli – che utilizza la fermentazione o un agricoltore che utilizza uno spruzzatore – vale a dire sistemi con filtri esatti. A tale scopo, abbiamo suddiviso la nostra preparazione in 4 varianti, che presentano lievi differenze in termini di proprietà, ma leggermente più grandi in termini di applicazione. Tutti gli scomparti con lo scopo suggerito sono descritti nella scheda del prodotto.

Perché dovrei usare Carbohumic invece di letame, letame liquido o compost?

Cominciamo dal fatto che al giorno d’oggi si è creato un notevole divario tra produzione agricola e allevamento. Un folto gruppo di agricoltori ha smesso di utilizzare qualsiasi forma di approvvigionamento di materia organica per il suolo (anche sotto forma di letame), determinando una drastica riduzione del contenuto di humus nei suoli polacchi. Vogliamo proporre un’alternativa facilmente disponibile. La lignite è anche molte volte più ricca di carbonio organico e materia organica, che è un alimento prezioso per i microrganismi che formano l’humus rispetto al letame di cui sopra e può essere un eccellente sostituto per la ricostruzione di terreni degradati in Polonia. Inoltre, a causa del fatto che il letame o il liquame contengono una solida dose di azoto, suggeriamo persino di utilizzare la nostra preparazione con questi trasportatori per uniformare il loro bilancio globale di carbonio con l’azoto, nonché per prevenire la lisciviazione dell’azoto in profondità nel terreno o la sua volatilizzazione nell’aria (e, di conseguenza, riducendo l’odore). Il carbonio organico contenuto nella preparazione è altamente reattivo, quindi ha proprietà chelanti (di collegamento e immobilizzazione) di altri elementi nei composti chimici.

In che modo la tua preparazione differisce dagli altri prodotti di questo tipo?

Prima di tutto, è difficile parlare di altri preparati nel contesto del confronto, se non si conoscono gli altri preparati. Quello che possiamo dire è che, a differenza della stragrande maggioranza dei prodotti disponibili sul mercato, il Carbohumic è un estratto di carbone marrone tenero puro (non dal compost, dai lombrichi o dai rifiuti dagli impianti di trattamento delle acque reflue) e non contiene alcun sintetico. È realizzato in pura materia prima (senza polvere o sabbia), che garantisce un’alta qualità del prodotto. Ha anche una consistenza molto densa – ottenuta in modo naturale, che influenza direttamente le sue prestazioni (solo 1 gr di Corg contenuto nella preparazione è sufficiente per coprire un’area di persino 4000 m2). Puoi anche dire che il prodotto è buono come la materia prima da cui è fatto. Il carboidrato è prodotto della migliore classe di carbone bruno – in termini di utilità nelle piante in crescita – in Polonia e uno dei migliori in Europa.

In che modo la preparazione influenza i processi di umificazione (carie)?

In poche parole, si presume che affinché l’humus si formi nel suolo, quattro aspetti sono cruciali, ovvero un alto contenuto di sostanza organica / sostanze umiche, mantenendo il rapporto carbonio (C) con azoto (N) – almeno 10: 1, organismi viventi E tempo. Nella nostra preparazione abbiamo i primi componenti, il resto deve venire da solo. La lignite è il miglior trasportatore di materia organica e carbonio organico (Corg) – un elemento necessario nel processo di formazione dell’humus – disponibile in natura, anche molte volte meglio del letame comunemente usato. Approssimativamente la composizione chimica della carie si presenta così: 60% C, 30% O2, 6% N, 1,2% P, 0,9% S e molti microelementi. Il rapporto proporzionale dei macroelementi più importanti nella carie C: N: P: S è 10: 1: 0,2: 0,15, rispettivamente. Domanda: chi oggi fornisce carbone nel suolo e in quale forma …? In tal caso, in quali quantità …?

La preparazione non ostruirà il mio sistema di fertirrigazione e la mia lavatrice?

Offriamo ai nostri clienti individuali varie forme di purificazione della nostra preparazione. Se l’utente desidera utilizzare Carbohumic attraverso capillari, travi di erbicidi, spruzzatori, siamo in grado di pulire il prodotto fino a 180 mesh. Tuttavia, vale la pena ricordare che più materia organica lasciamo nella preparazione, più consegnerà al terreno.

Dici che la tua preparazione aiuta nella lotta contro la siccità. Come?

Per illustrare la situazione, dovremmo fare riferimento alle proprietà fisiche delle particelle di carbonio: la sua porosità e le sue possibilità di assorbimento. La preparazione supporta la creazione di strutture di humus colloidale, che rendono le enormi superfici interne di particelle di humus in grado di trattenere l’acqua più volte della loro massa.

Posso usare per l'agricoltura biologica?

Ovviamente. Il preparato è qualificato da IUNG Puławy per l’uso nell’agricoltura biologica con il numero NE / 495/2019.

Come applicarlo?

Il campo di applicazione è davvero ampio. La preparazione può essere utilizzata attraverso tutti i mezzi di irrigazione disponibili; a partire da un annaffiatoio, da un tubo flessibile, attraverso linee di gocciolamento, travi di erbicidi, nebulizzatori, ecc. Il prodotto viene pulito in modo da non creare alcun problema associato all’ostruzione dei sistemi di fertirrigazione.

Che effetto ha la preparazione sull'ambiente?

I problemi ambientali sono discussi nella sottopagina con il prodotto Carbohumic.

Quali proporzioni dovrebbero essere utilizzate?

Di solito raccomandiamo di mescolare il preparato con acqua o soluzione di lavoro in proporzioni a seconda dello stato del terreno o dei requisiti specifici della pianta coltivata per il contenuto di humus o nutrienti. Se stiamo considerando un equilibrio consistente della perdita di humus nel suolo dopo la coltivazione, il prodotto dovrebbe essere usato almeno una volta all’anno in un rapporto di 1: 100. D’altra parte, se stiamo considerando la ricostruzione di cavità significative causate da molti anni di sfruttamento sul campo, si consiglia di utilizzare dosi più elevate. Se vuoi consultare raccomandazioni specifiche, ti preghiamo di contattarci.

È meglio usare una singola dose più concentrata o diverse dosi meno concentrate?

Gli studi hanno dimostrato che dosi frequenti e meno concentrate sono decisamente più efficaci nei processi di umificazione-carie, principalmente a causa di due fattori, vale a dire che gli acidi fulvici sono notevolmente meglio assorbiti in concentrazioni più basse. Gli acidi umici assorbiti da soluzioni con una concentrazione più elevata sono più facili da eluire rispetto a quelli assorbiti con soluzioni a bassa concentrazione. Pertanto, la dose standard universale che raccomandiamo è 1L di carboidrati per 100L di acqua da utilizzare almeno una volta all’anno.

Quanto spesso usi la preparazione?

Vi consigliamo su eventuali raccomandazioni specifiche, poiché la frequenza d’uso dipende da diversi fattori importanti.

E’ possibile sovraddosare?

Non è possibile. Il preparato contiene solo ingredienti di origine biologica, quindi non è possibile concimare la coltura. Forniremo quindi un massimo di più materia organica al suolo.

Quando non usare?

Non utilizzare su terreno ghiacciato o durante forti piogge.

Il prodotto ha un periodo di tolleranza?

Poiché il nostro prodotto è completamente naturale, non include alcun periodo di tolleranza dopo l’uso. È sicuro al 100%, lo consumiamo persino durante le nostre presentazioni.

Può essere combinato con prodotti fitosanitari, fertilizzanti, ecc.?

Si consiglia di miscelare il preparato solo con acqua pulita o eventualmente con una soluzione di lavoro. Non sappiamo come si comporteranno i carboidrati se miscelati con determinate sostanze chimiche, quindi raccomandiamo cautela.

In quali volumi vendi la preparazione?

Vendiamo il prodotto in contenitori da 1, 5, 20 e 1000 litri.

Il prodotto è privo di metalli pesanti?

Sentiamo spesso dubbi sul fatto che la lignite e i preparati fatti con il suo uso contengono grandi dosi di metalli pesanti. Questo è sia vero che non vero. La chiave è cos’è la lignite. In effetti, più in profondità andiamo sottoterra (abbiamo i seguenti strati di trasformazione: torba => lignite => lignite => carbone duro => antracite), più dura diventa la materia prima e maggiore è la concentrazione di metalli pesanti. Ecco perché acquistiamo materie prime dal cosiddetto carbone bruno tenero (lignite), che soddisfa tutte le restrizioni associate alla coltivazione di piante.

È una preparazione batterica?

Nonostante il fatto che il concentrato stesso non contenga alcun organismo vivente – non è una preparazione batterica – favorisce sicuramente la loro formazione. La preparazione consente all’ecosistema del suolo di rigenerarsi in breve tempo, come un processo naturale, senza l’aggiunta di sostanze chimiche e in un modo completamente innocuo per la vita biologica. Inoltre, il prodotto può essere utilizzato con ceppi batterici per abbattere i residui colturali o RSM.

Torna su